11 Apr

Tanti strumenti, ma i risultati?

Una delle convinzioni più forti di chi gestisce una qualunque attività sul web si può riassumere così: “Più canali utilizzo per promuovermi online e più possibilità ho di trovare nuovi clienti”.

Magari anche a te hanno detto che non potevi fare a meno di un sito web, e quindi hai fatto il sito web.

Poi forse ti hanno detto che anche Facebook era fondamentale perché le persone sono connesse lì dal mattino alla sera e quindi devi esserci per forza anche tu. E hai aperto una pagina Facebook.

Ah, e visto che il tuo concorrente aveva così tanti follower Instagram potevi non essere da meno anche tu? E subito Instagram fu.

Ma poi un giorno hai letto da qualche parte che il 2018 è l’anno dei video, quindi sei corso ad aprire il tuo canale Youtube pronto a pubblicare almeno un video al giorno.

Nella testa di molti professionisti e imprenditori è valido questo ragionamento: più canali = più mezzi per chiudere nuovi contatti e vendite. E visto che questi strumenti sono gratuiti tanto vale utilizzarli, che tutto fa brodo. Magari tra Linkedin, Twitter e Pinterest qualche buon cliente può sempre spuntare fuori. Sbaglio?

Tutto bellissimo, peccato che ora il tuo sito è fermo da anni con le quattro frecce e l’ultima cosa che hai postato su Facebook sono gli auguri di Natale (dopo quelli di Pasqua dell’anno scorso), il blog langue abbandonato e Instagram è più deserto del deserto dei Tartari.

Lascia che ti dica una cosa, se è vero che questi sono strumenti gratuiti (nel senso che aprire un account non costa nulla), non è altrettanto vero che utilizzarli “a casaccio” garantisce qualche tipo di risultato.

Anzi, se ci pensi bene il tempo e le risorse che impieghi per barcamenarti tra tutte queste cose sono un vero e proprio spreco se quello che ottieni non è altro che un misero pugno di clic o like.

Soprattutto se pensi al fatto che potresti dedicare le stesse risorse (se non meno) per ottenere 10, 20, 100 volte tanto.

 

Quello che un consulente non ti dirà mai

Ciò che ancora non sai, e che la maggior parte dei consulenti non avrà mai il coraggio di dirti è che qualunque tipo di strumento utilizzi (che sia il sito, la pagina Facebook, Google+ o Linkedin) può essere utile o completamente inutile a seconda di ciò che vuoi ottenere. Non esistono strumenti perfetti che vanno bene in tutti i casi: a decidere che cosa fa al caso tuo è solo e soltanto la tua strategia di marketing.

Ti dico la verità, pochi consulenti sono disposti a metterti al corrente di questo e il motivo è molto semplice: hanno paura di perdere la tua commessa. Molti preferiscono assecondare ogni tua richiesta attivando ogni canale possibile e immaginabile pur di accontentarti: ma non è così che funziona. Tu devi pagare per avere risultati, non per farti gestire uno, dieci, centomila account che non producono il becco d’un quattrino (come si direbbe a Firenze).

NB: Non ci dilungheremo su questo discorso, ma tutto quello che devi sapere PRIMA di investire i tuoi soldi in una qualunque attività di web marketing lo trovi qui a questo link.

 

Pochi canali, ma buoni

Giunti a questo punto spero che il messaggio sia chiaro: il successo della tua attività online non dipende da quanti strumenti utilizzi, ma da quali usi e in che modo lo fai. Credimi, leggere queste cose ti sembrerà banale ma non lo è affatto: potrei fare un sacco di esempi di aziende che utilizzano qualunque strumento di marketing a loro disposizione ma non ne seguono bene nemmeno uno.

Scegli pochi strumenti, quelli utili al tuo obiettivo, e non sbaglierai mai. Ma soprattutto elimina tutto ciò che nn è funzionale a produrre risultati.

 

Lascia stare quello che fa la concorrenza

Quante volte sei stato tentato di fare qualcosa online soltanto perché lo ha fatto anche qualche tuo collega o concorrente? Scommetto che anche tu hai provato a replicare un sito, una campagna di marketing, un’idea, pensando che potesse portare risultati anche a te.

Beh lascia che ti dica una cosa… È vero che guardandosi attorno e osservando ciò che fanno gli altri nascono spunti meravigliosi, ma ciò che può sembrarti “bello” dall’esterno non sempre funziona effettivamente, e soprattutto non è detto che sia ciò che fa anche al caso tuo!  Per farti un esempio, gli strumenti utilizzati da un’impresa di infissi per trovare nuovi clienti potrebbero essere completamente diversi da quelli necessari per un hotel o un avvocato.

Ecco perché se hai anche solo una vaga idea di investire denaro per promuoverti online, il consiglio che ti do è quello di scegliere con oculatezza gli strumenti da utilizzare nella tua strategia, non senza l’aiuto di un consulente esperto che ti aiuterà a tagliare ciò che non serve e a ottenere risultati nel minor tempo e col minor investimento possibile.

Share this

Lascia un commento


CAPTCHA Image
Reload Image