03 Ott

Come vendere corsi di formazione

Il mercato dei corsi di formazione sta vivendo un nuovo boom grazie all’estrema domanda di mercato e al proliferare di nuove e sempre più specifiche correnti di formazione.

Corsi, eventi, meeting, congressi, bootcamp: sono solamente alcune delle tipologie di corsi di formazione che è possibile creare seguendo delle apposite formule.

Ma al di là delle specifiche del singolo evento, quello di cui voglio parlare oggi è il metodo di Viatattica per vendere corsi di formazione.

Questo metodo è stato specificatamente costruito per i corsi di formazione e si articola in 5 punti:

  • Gli strumenti
  • I contenuti
  • Le email
  • Il prezzo
  • Le tempistiche

Non voglio limitarmi a riassumere quanto scritto nell’articolo di Viatattica, per questo motivo cercherò di aggiungere delle riflessioni a quanto scritto nel loro articolo.

Innanzitutto per quanto riguarda gli strumenti, il mondo digitale offre sicuramente i migliori strumenti per promuovere un corso di formazione. Fra tutti gli strumenti disponibili ce ne sono però 3 a cui non rinuncerei mai, e che credo svolgano da soli l’80% del lavoro in un’azienda:

  • la pubblicità su Facebook,
  • una sito con una buona landing page,
  • le email di una newsletter.

Questi strumenti devono stare nella cassetta degli attrezzi di ogni imprenditore o professionista che si rispetti, ma da soli non sono nulla senza i contenuti. Parlando di corsi di formazione andrò un po’ contro corrente, ma credo che sia necessario prima di tutto divulgare le proprie conoscenze, il proprio sapere.

Realizzare insomma dei contenuti che formino le persone, prima ancora di tentare di vendergli dei corsi di formazione. In fondo non c’è modo migliore di far percepire il proprio valore di insegnante che dimostrandolo con una lezione in pillola.

In questo contesto le email sono lo strumento migliore per veicolare questo genere di contenuto, perché ci permettono di guidare l’utente un passo alla volta, fino a trasformarlo in nostro cliente. Non mi dilungherò troppo su questo aspetto delle email, perché è universalmente riconosciuto che le email rappresentino uno strumento diretto e molto intimo con cui approcciare le persone.

Tutto questo lavoro ha la finalità di vendere il proprio corso di formazione ad un prezzo consono al mercato.

Ti devi liberare subito dell’idea di abbassare il prezzo del tuo corso, perché più abbassi il prezzo più abbasserai il valore percepito della tua formazione. È un’idea controintuitiva, ma se ci ragioni un po’ capirai da solo che è esattamente così: diamo più valore a ciò che paghiamo di più. Quindi non c’è nessun motivo per abbassare i prezzi del tuo corso senza una precisa idea in mente.

Perché abbassare i prezzi si può, ma solo secondo delle precise tempistiche. Puoi farlo se hai intenzione di offrire un early birding per il tuo corso, cosa che assolutamente ti consiglio di fare. O, in alternativa, puoi abbassare il prezzo per dei flash sale in cui abbasserai il prezzo del corso per una finestra temporale molto limitata, che può andare da 1 a 24 ore (non di più).

Questi sono alcuni suggerimenti che ho voluto aggiungere all’articolo scritto dal team di Viatattica su come vendere un corso di formazione.

Buona vendita!

Share this

Lascia un commento


CAPTCHA Image
Reload Image